Trastevere

Appuntamento

Piazza di Santa Maria

Quota di partecipazione:
Intero – 13 €

Durata 1,30H

Contatti

3487704963
 passeggiandoconsilvia@gmail.com
Il toponimo Trastevere, XIII rione di Roma dal 1743, è una volgarizzazione italiana dal latino Trans Tiberim, letteralmente “aldilà del Tevere”, nome con cui anticamente si faceva rifermento alla Regio XIV, secondo la ripartizione del territorio di Roma in 14 regiones amministrative fatta da Ottaviano Augusto. Trastevere fu dunque la prima ad essersi sviluppata sulla riva destra del fiume, e la sua stretta vicinanza al Tevere la rese un’area dall’intensa attività commerciale ed artigiana, antichi mestieri ancora oggi echeggiati dai nomi dei caratteristici vicoli del rione, che mantenne per secoli il più autentico sapore popolare di Roma. 
La passeggiata ci restituirà tutta la bellezza di questo rione, fatta di storia, leggende e profonda cristianità, partendo dal suo cuore pulsante, la Basilica di Santa Maria in Trastevere, fondata, secondo la tradizione, da papa Callisto (titulus Callisti) sul luogo dell’antica Taberna Meritoria, una foresteria per i milites emeriti, soldati veterani in congedo. Qui nel 38 a.C. avvenne la prodigiosa e mistica fuoriuscita di olio dalla terra: nello zampillo, ribattezzato “fons olei”, i cristiani videro il segno premonitore della futura venuta di Cristo, l’Unto del Signore. 
La chiesa è uno scrigno che custodisce preziosi tesori: i dorati mosaici absidali di Pietro Cavallini, la cui raffinatezza ci restituisce una decorazione musiva con sfumature cromatiche dalla valenza pittorica; la Madonna della Clemenza, l’antichissima icona acheropita realizzata attraverso la tecnica dell’encausto, gelosamente protetta dalla Cappella Altemps; le epigrafi dell’atrio, frammenti di preghiere e rituali della più antica e autentica devozione popolare.
Tutto sommato, la felicità è una piccola cosa”. Trilussa
 
La passeggiata proseguirà percorrendo via della Lungaretta fino alla Chiesa di Sant’Agata, cuore della Festa rionale “De Noartri”. Si narra che nel 1535 alcuni pescatori recuperarono alla foce del Tevere una statua raffigurante la Vergine Maria scolpita nel legno di cedro. Donata alle Carmelitane di San Crisogono, la Madonna Fiumarola divenne, da quel momento, la protettrice dei trasteverini, gli orgogliosi “noartri” della festa che si celebra ogni primo sabato dopo il 16 Luglio. In occasione della festa la statua della Madonna, rivestita di sontuosi abiti e ricchi gioielli donati dai fedeli, viene portata in processione per i vicoli del rione fino a San Crisogono, prima di tornare a Sant’Agata. 
Infine, oltrepassato Viale di Trastevere, si giungerà nella parte meno nota del rione, quella più autentica e genuina che, attraverso un dedalo di vicoli suggestivi e casette invase di edera e colore, ci svelerà i segreti più nascosti di Trastevere, dalla suggestiva Sinagoga, la più antica fondata a Roma, alla Chiesa di San Benedetto che, celata da un portale moderno, custodisce l’antico luogo di culto sorto presso la cella ove il santo visse nei giorni di permanenza a Roma. 
Santità e devozione, autenticità e tradizione, Trastevere è un rione talmente straordinario che non smette di far innamorare. 

Itinerario

Itinerario: la Chiesa di Santa Maria in Trastevere (interno), Piazza di Santa Maria, via dell’Arco di San Callisto, Chiesa di San Callisto (interno compatibilmente con gli orari di apertura), via della Lungaretta, Chiesa di Sant’Agata (interno compatibilmente con gli orari di apertura), via della Luce, via della Lungarina, Piazza in Piscinula, Chiesa di San Benedetto (interno)
Accessibilità:
la passeggiata è accessibile per le persone con problemi di mobilità
In caso di maltempo, ogni annullamento o variazione verrà prontamente comunicata ad ogni partecipante.

Previous
Next
CONDIVIDI QUESTA PAGINA
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Invia via WhatsApp
error: Contenuto protetto da copyright.