Castel Sant’Angelo al tramonto

Castel Sant’Angelo è uno dei monumento simbolo di Roma, poliedrico e mutevole: maestoso sepolcro dell’imperatore Adriano, baluardo difensivo contro le incursioni di barbari o rivoltosi, raffinata dimora papale ed al tempo testo roccaforte difensiva, lugubre e cupa prigione. Oggi Castel Sant’Angelo è il frutto delle continue trasformazioni che subì nel corso dei secoli, creando una delle più interessanti stratigrafie storiche della città, dove rampe e corridoi romani coesistono con le eleganti stanze papali, ambienti diversi che si susseguono uno dietro l’altro in un labirintico concatenamento, affascinando e stupendo in un inatteso percorso che, dalle massicce torri, ci condurrà fino alle splendide sale affrescate. Costruito dall’imperatore Adriano come mausoleo di famiglia e collegato alla città da Ponte Elio,  il monumento fu per lungo tempo il luogo delle sepolture imperiali, fino a Caligola. Il Mausoleo di Adriano si trasformò in Castel Sant’Angelo nel 590 d.C.: durante una processione guidata da papa Gregorio Magno al fine di intercedere presso il Signore affinché ponesse fine alla terribile pestilenza che stava flagellando la città, l’arcangelo Michele apparve sulla vetta del mausoleo, nell’atto di rinfoderare la spada, come ad indicare l’immediata fine dell’epidemia. A ricordo del miracoloso evento, ancora oggi sulla sommità del monumento svetta l’imponente statua dell’arcangelo.

Nel corso dei secoli successivi, con l’avvento del potere pontificio, Castel Sant’Angelo si trasformò in una vera e propria roccaforte difensiva, munita di torrioni, bastioni, imponenti mura difensive,  merlature e feritoie, all’interno del quale i papi, in caso di assedio, avrebbero potuto ripararsi sfuggendo attraverso il Passetto, il lungo camminamento che, ricavato al di sopra delle mura leonine, permetteva il collegamento con gli appartamenti vaticani. Col tempo, venuta meno l’esigenza difensiva, Castel Sant’Angelo si trasforma in una raffinata residenza nobiliare, adeguata allo sfarzo e al lusso degli appartamenti in Vaticano: un tripudio di volte affrescate, stufette, loggiati e biblioteche, lo resero una perla del rinascimento italiano.

La visita guidata ci condurrà attraverso i mille volti del monumento, dalla rampa romana, anticamente percorsa dai cortei funebri, alle tetre ed anguste prigioni, dal Passetto agli appartamenti papali, come la Sala Paolina e la Loggia di Giulio II, salendo vorticosamente fino alla straordinaria terrazza panoramica che, a perdita d’occhio, ci mostrerà la grandezza della Città Eterna.

Itinerario: Castel Sant’Angelo e gli ambienti interni.

Accessibilità: la passeggiata è accessibile per le persone con problemi di mobilità. In caso di maltempo, ogni annullamento o variazione verrà prontamente comunicata ad ogni partecipante.

 

CONDIVIDI QUESTA PAGINA
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter

Data

Mag 23 2021
Expired!

Ora

17:00 - 18:30

Costo

30.00
Categoria
Silvia Tofoni

Organizzatore

Silvia Tofoni
Telefono
+39 348 770 4963
error: Contenuto protetto da copyright.